Prove con Cheddite Granular S

April 2nd, 2008 Posted in Frontier, OAL, granular S, munizionamento, ricarica



Granular-S e Tanfoglio Stock2

La polvere italiana Granular S, prodotta dalla Cheddite s.r.l di Livorno, viene sempre più usata sui campi di tiro rappresentando un’ottima alternativa alla classica Rex32 (o Rex gialla). La Rex32 prodotta dall’ungherese Nitrokemia, affermatasi per il buon rapporto qualità/prezzo, è una polvere monobasica che pur garantendo una certa economicità è capace di rendimenti dignitosi. Tale polvere, a causa della forma lenticolare, non risulta però dosabilissima.

Granular S granuli

La Granular S in granulometria grossa risulta di contro lievemente più costosa ma meglio dosabile grazie alla sua conformazione appunto a granuli (vedi foto a fianco). Anche i residui di deflagrazione della Granular ci sembrano minori rispetto alla Rex32. Nel 9×21, considerando le tipiche dosi usate per palla da 124 grani ed il prezzo di mercato per entrambe le polveri, il costo di ricarica relativo alla sola polvere si innalza di circa l’8÷10% nel passaggio Rex32, Granular S. Tutto sommato, per avere una precisione maggiore nelle dosi, pensiamo ne valga la pena.



Dosi Granular

Quest’articolo descrive i risultati ottenuti ricaricando il 9×21 con la Cheddite Granular S (grossa). Mantenendosi comunque nei limiti di sicurezza delle tabelle di ricarica (click su miniatura a fianco), si esploreranno le variazioni velocitarie ottenute al mutamento di alcuni parametri di assemblaggio: OAL, dose, crimpatura, riuso dei bossoli.
Per eliminare il più possibile le variabili accessorie, l’assemblaggio delle cartucce è stato eseguito con bossoli e palle risultanti da una selezione ponderale. Per le palle si è scelto il peso di 124.3±0.2 grani (Frontier Ramate RNBB trafilate a 356), per i bossoli 57.5±0.5 grani (GFL). L’arma usata è una Tanfoglio Stock II con canna poligonale da 113mm. Le cartucce finite avevano una quota finale (OAL) pari a 29.3mm ed una dose di Granular S grossa di 4.2 grani, inneschi CCI500sp (dati validi se di seguito non diversamente specificato).

Riuso dei bossoli - Per ciò che riguarda il numero di volte che il bossolo è stato ricaricato, si è confrontato il risultato cronografico di cartucce realizzate con bossoli rispettivamente all’ottavo ed al primo riutilizzo. Per eliminare ogni possibile variabilità della dose di polvere, l’assemblaggio è stato eseguito intercalando una tipologia di cartuccia all’altra assicurandosi così l’uniformità di ricarica. Il risultato finale a cronografo, ha evidenziato velocità medie e deviazioni standard praticamente sovrapponibili. Per il grado di usura dei bossoli usati (otto ricariche) non sembra esserci sostanziale differenza rispetto a bossoli nuovi.

Crimpatura - Passando alla crimpatura, la prova è stata effettuata considerando ricariche simili con dose di polvere e palle come prima descritte. La differenziazione è stata ottenuta crimpando due gruppi di cartucce rispettivamente: in modo deciso (segno marcato sulla palla mantenendo comunque il rilievo del colletto del bossolo) e lieve (segno sulla palla appena visibile). Il riscontro velocitario è praticamente identico, si nota solo una lieve diminuzione della variabilità intorno alla media (deviazione standard) sui colpi maggiormente crimpati.

Veniamo adesso ai parametri che incidono maggiormente sulle prestazioni velocitarie del munizionamento ossia: la dose del propellente, ed in modo forse meno palese, l’OAL della cartuccia.

Dose polvere - A seguire trovate il grafico che illustra l’incremento velocitario al crescere del quantitativo di polvere: si va da un minimo di 4.1 grani, al massimo consigliato per il calibro in esame che, dalle tabelle Cheddite, per le palle in uso, risulta pari a 4.7 grani.

Velocità vs Carica

La curva verde del grafico si riferisce alla media su cinque rilevazioni cronografiche per ogni tipologia di ricarica. Le curve in rosso rappresentano la variabilità a ±2SD dei dati rilevati (SD=StandDev o sigma; 2*StandDev=95,5% della popolazine). A queste curve rosse trovate sovrapposte delle rette nere che ne fanno una interpolazione lineare. In altre parole queste rette, danno la “tendenza di movimento” del valore rappresentato dalle curve. Oltre al naturale incremento di velocità, ottenuto al crescere del quantitativo di polvere e quantificato sul grafico, è interessante notare che al conseguente progressivo riempimento del bossolo segue una riduzione della variabilità nella risposta dei colpi (la SD% passa dall’1.25% allo 0.71%). Le rette di tendenza infatti, vanno idealmente a convergere al crescere del quantitativo di polvere.
A seguire viene riportato il grafico che illustra l’andamento dell’energia cinetica in funzione della dose di polvere. Come visibile, alle dosi massime di caricamento l’energia cinetica raggiunta dai proiettili risulta prossima ai 46Kgm.

Energia vs Carica

Fattore vs Carica

Il Fattore medio prodotto dal munizionamento risulta sempre sufficiente per il superamento del limite “minor” (pari a 125). Fa eccezione solo il caricamento più basso da 4.1 grani che comunque lambisce tale specifica minima.

OAL - L’ultimo grafico rappresenta la variazione velocitaria legata al cambiamento della “lunghezza totale” della cartuccia o più correttamente quella che si definisce OAL (OverAll Length). La variazione dell’OAL determina infatti l’ampiezza della camera a polvere, lo spazio nel bossolo destinato a contenere la polvere, frapposto tra il fondello e la base della palla, definito anche “boiling room”.

Velocità vs OAL

All’aumento dell’OAL corrisponde a parità di palla, l’aumento di dimensioni della boiling room che, concedendo più spazio alla polvere, determina verosimilmente un “rallentamento” delle fasi iniziali della deflagrazione. Le prove eseguite evidenziano una variazione velocitaria media di circa l’8% (media su 5 colpi per condizione) passando da una OAL minima di 29.0 mm ad una massima di 29.7mm (che comunque non ha dato nessun problema di ciclatura e riarmo della pistola). Quantificato l’effetto dell’OAL, sappiamo adesso come modulare finemente la velocitá media del munizionamento, semplicemente regolando opportunamente l’altezza della cartuccia.
Analogamente a quanto notato sul grafico relativo alla “quantità di carica”, la riduzione delle dimensioni della boiling room determina una migliore costanza nella risposta dei colpi. Le curve rosse rappresentano i ±2SD delle distribuzioni esaminate, esse tendono a divergere quando lo spazio interno al bossolo, non occupato dalla polvere, aumenta (la SD% passa dallo 0.3% all’1.7%). Pensiamo che oltre al differente rateo di salita della pressione interna al bossolo nel momento dello sparo, la variazione delle dimensioni della boiling room provochi una diversa distribuzione (casuale) della polvere all’interno del bossolo e di questa rispetto al foro di vampa. Tali elementi determinano una variabilità nella velocità del colpo tanto maggiore quanto piú alto é lo spazio non occupato dalla polvere stessa.

Quest’ultima affermazione è evidente osservando il grafico a seguire dove è riportato l’andamento della deviazione standard percentuale rispetto all’OverAll Length. La variazione della SD% ha persino andamento quadratico con l’OAL (vedi linea di tendenza).

SD% vs OAL

In definitiva le prestazioni della Granular S (grossa) ci sembrano più che dignitose: rapporto qulità/prezzo elevato, ridotti residui di deflagrazione, grande dosabilità e buona erogazione cinetica (anche se le massime prestazioni del calibro non sono da ricercare con tale polvere). Siamo invece parzialmente sorpresi dall’incidenza che le dimensioni della boiling room hanno sulla variabilità velocitaria dei colpi.
Decisi i parametri di assemblaggio ed integrando le prove effettuate con le opportune verifiche di rosata, costanza statistica e pressione in canna, avremo un quadro chiaro e completo della sfruttabilità della Granular S (grossa) per la ricarica del 9×21. Per le prove in canna manometrica, sul numero 4/2008 della rivista TacArmi, suggeriamo l’ottimo articolo del dr.Massimo Mortola.

Speriamo che le prove sopra esposte diano interessanti spunti per migliorare la qualità finale della propria ricarica.

Valutazione A&S





Articolo pubblicato anche sul numero di Giugno 2009 della rivista
“Armi Magazine”



______________________

Le informazioni di ricarica reperibili sull’articolo non si sostituiscono a quanto riportato sui manuali di ricarica e sulle tabelle fornite dai produttori di polveri, armi e munizioni.

RICORDA CHE SEI L’UNICO RESPONSABILE
DELLE TUE RICARICHE !

Si esonera da ogni responsabilità lo scrivente, il webmaster ed il provider nel caso di errori sui dati riportati nell’articolo o di uso improprio delle informazioni in esso presenti.

- indice -


>>> Condividi l'articolo con i tuoi amici:

  • Facebook
  • Twitter
  • Live
  • RSS
  • Messaggio e-mail
  • Google
  • MySpace
  • Digg
  • Delicious
  • BlinkList
  • StumbleUpon
  1. 72 Commenti per “Prove con Cheddite Granular S”

  2. Da achilli on Apr 20, 2008

    non mi convince troppo nella ricarica della Cheddite. dose minima e massima una tolleranza di 0,2 le altre anno 0,6

  3. Da TSC (Andrea) on May 22, 2008

    Speedy, vorrei farti i complimenti per il tuo programma “CRONO” che ho acquistato e che sta diventando compagno inseparabile dei test che effettuo sulle mie ricariche 9×21. Le nuove sezioni di report e analisi delle cartucce, sono utilissime. Senza uno strumento cosi’, e’ davvero improbabile avere un’idea chiara se i propri colpi siano di buona qualita’ o meno.
    Saluti, TSC / Andrea.

  4. Da MaximilianII on Dec 6, 2008

    La sto utilizzando per il 9X21 palla FMJRN 123g dose 4,5 Grani.
    Problemi riscontrati:
    1. non facile da dosare. Uso un dosatore RCBS Uniflow e con questa polvere non eroga dosi costanti. La polvere si attacca sulle superfici del dosatore e questo non aiuta l’erogazione costante.
    2. non facile da dosare pur avendo una forbice nelle dosi max e min molto ristretta. Per me da 4,4 a 4,7.

  5. Da Speedy on Jan 13, 2009

    La Cheddite Granular S, proprio perche’ granulare, dovrebbe essere meglio dosabile rispetto ad altre polveri aventi differente forma dei grani (es. lenticolari per la Rex).

    Per migliorare la dosabilita’, sono solito assestare la polvere all’interno del contenitore della pressa, mediante vibrazione, prima di ricaricare.

    Il problema descritto al punto (1) sembra causato da elettricita’ statica eliminabile con prodotti specifici o eseguendo una passata di polvere di grafite.

  6. Da bob on Jul 7, 2009

    Granular S per 357 Magnum, Ruger GP100-6″:
    palla Dynamic Bullets da 158gr RN ramata.
    Partenza con dose di 5,3gr: il comportamento è quello di un 38spl +P.
    Dose finale di 6,8gr: il colpo è robusto ma senza esagerare (il doppio di un 38spl), comunque abbastanza meno tosto del GFL 142gr fmj.
    Alla fine per il poligono mi sono orientato su 6,5gr con una bella sensazione di sparo; colpi forti e regolari ma non esasperati.
    Residui praticamente assenti.
    Ottimo commento anche da parte di un controllore di tiro del mio TSN al quale ho fatto provare 18 colpi per avere il parere di una persona che spara molto e bene: rosate estremamente raccolte.
    Peccato vi siano pochi dati sulla ricarica. Sia Cheddite che Nobel Sport (fabbricante della Granular S) non rispondono in merito alla richiesta di dati. Peccato perchè la polvere mi sembra veramente buona.

  7. Da Vincenzo on Jul 25, 2009

    Salve, volevo fare i complimenti e raccontarvi che, da neofita, mi sono fidato delle indicazioni rese su questo articolo.
    Ebbene, la Cheddite Granular Grossa, che, tra l’altro viene prodotta sempre dalla Vectan, è decisamente dosabile rispetto alla BA9.
    Ho provato con :
    4,5-4,6gr con palla Ramata 124 RN OAL 29,3 semplicemente fantastica, assenza fumo
    4,5-4,6gr con palla piombo 125 RN OAL 29,3
    Buona, precisa poco fumo
    In precedenza ricaricavo con BA9
    5,2 gr Palla piombo 125 RN OAL 28,5 - 29,0
    precisa, gran botto, ma molto fumo5,2 gr Palla Ramata 124 RN OAL 29,0
    precisa, robusta poco fumo.
    Finora queste sono le mie impressioni, attendo notizie da chiunque si ritenga esperto, nei limiti della possibilità, con fiducia.
    Salve

  8. Da Speedy on Jul 25, 2009

    Ciao Vincenzo, grazie per i complimenti, siamo lieti tu abbia trovato l’articolo utile.

    x Bob e Vincenzo:
    Sì, la Granular S e’ decisamente una buona polvere: molto dosabile, dalla combustione abbastanza pulita, di buona resa cinetica, economica e sicura in quanto la volumetria è tale da non permettere dosaggi doppi (nel 9×21). Di contro, da lotto a lotto, è possibile avvengano variazioni consistenti del burning rate. Per questa ragione, ogni qualvolta si usi un nuovo lotto di polvere, e’ consigliabile partire con il caricamento minimo e cronografando i colpi, salire progressivamente.

    x Vincenzo:
    Nel 9×21 con palla da 124gr, credo si possa abbassare la dose a 4.2gr di polvere, almeno per il lotto del test (6321). Dovresti cronografare per valutare meglio il dosaggio.

    …comunque non ci riteniamo esperti ma “curiosi” e studiare, testare, provare, sperimentare, rappresentano gli strumenti per soddisfare tale curiosità.

    A tutti, buona ricarica e… prudenza !

  9. Da ennio on Aug 6, 2009

    nel sito cheddite,tutte le polveri granulari sono indicate per la carica di cartucce cal.12 etc.Corrisponde al vero o sono soltanto indicate per cariche piccole,pistole e similari?Grazie

  10. Da Speedy on Aug 6, 2009

    Ciao Ennio,
    la Granular S e le polveri Cheddite in generale, similmente a quanto accaduto per le Rex della Nitrokemia, nascono specificamente per ricarica in canna liscia, l’uso delle stesse in armi corte e’ una sorta d’impiego “collaterale”.

  11. Da ennio on Aug 7, 2009

    grazie Speedy,allora…a tutta carica !

  12. Da Vincenzo on Aug 7, 2009

    Salve a tutti,
    desideravo gentilmente conoscere la ragione per cui con il calibro 9×21 NON è consigliabile Crimpare.
    Ho provato, senz’altro ho crimpato troppo (tant’è vero che le ho dovute scaricate, poichè in poligono il direttore mi ha sconsigliato di utilizzarle)MA, QUALCUNA crimpata leggermente mi è sembrata ancora più precisa. Questa mia impressione può essere esatta oppure il caldo mi ha fumato l cervello? Resta la domanda “Perchè non crimpare” che porgo alla Vs.attenzione, sapendo che non mi rispondere “perchè no!”
    Salve, a presto.

    P.S. Comunque con la keddite ….. è tutta un’altra “roba”!!!!!!!!

  13. Da Speedy on Aug 7, 2009

    x Vincenzo

    La crimpatura nel 9×21 come negli altri calibri per semiautomatica e’ sicuramente consigliata. Essa aiuta a regolarizzare la combustione della polvere soprattutto se di tipo progressivo (dovresti notare una riduzione della deviazione standard sulla velocità dei tuoi colpi). Inoltre e’ utile a trattenere in posizione la palla che tenderebbe a rientrare nel bossolo con l’urto sulla rampa di alimentazione della canna.

    Naturalmente non bisogna esagerare e la crimpatura nel 9×21 deve essere effettuata mantenendo la sporgenza del colletto del bossolo che deve rimanere nettamente percepibile al tatto. Si parla in questo caso di taper crimp tipico delle munizioni rimless, la cartuccia infatti fa head space sul colletto, in altre parole la cartuccia incamerata andrà in battuta sul colletto del bossolo (che se non sporge… !).

    Una possibile soluzione per regolare opportunamente la crimpatura e’ quella di misurare il diametro della palla e lo spessore al colletto del bossolo, fatto questo si assembla la cartuccia e si misura il diametro in corrispondenza del colletto. Tale diametro deve risultare lievemente inferiore (un paio di centesimi) rispetto alla somma tra il diametro della palla e DUE volte lo spessore del bossolo al colletto. Se smonti la cartuccia, il segno sulla palla deve essere continuo ma appena accennato.

  14. Da Vincenzo on Aug 19, 2009

    Salve,
    ieri per la prima volta ho avuto modo di cimentarmi su un campo TDS. A parte l’inesperienza per la preparazione, è stata una sensazione stupenda.
    Ho avuto modo di consumare 150 colpi con risultati altalenanti e, soprattutto, un certezza: BISOGNA POTENZIARE LA RICARICA,
    Mi affido alla Vs.competenza per risolvere il problema.
    Volevo avvisare coloro che volessero provare che ci vogliono un sacco di soldi solo per le attrezzature, fondina ad estrazione veloce, portacaricatori, caricatori (che poi bisogna dichiarare in questura), scarpe insomma ……
    Ciao a tutti

  15. Da Mendo2 on Aug 27, 2009

    Ciao a tutti io uso la cheddite granula grossa s con una walter P38
    Palla 124 grani
    Inneschi CCI 500
    e metto 4 grani di polvere
    colpo morbido e preciso ho provato anche con 4,2 ma secondo me stressa solo l’arma per nulla

  16. Da bruno69 on Nov 1, 2009

    ciao a tutti,da noefita della ricarica avrei una domanda da porvi, le dosi per la cheddite grossa e quella fine sono le stesse?

  17. Da Speedy on Nov 1, 2009

    No, le dosi per la Cheddite grossa e quella fine NON sono le stesse. La riduzione nella dimensione dei grani determina generalmente (in mancanza di altri trattamenti ad. es. superficiali) un aumento del ritmo combustivo (vedi gli articoli sulle polveri). Trovi la tabella con le dosi suggerite dalla Cheddite, nella sezione download del sito.

  18. Da Rino on Nov 12, 2009

    Giusto

  19. Da marcello on Nov 13, 2009

    Salve a tutti, ricarico il 9×21 con la granular s grossa e non ho mai avuto problemi: 4,3 grs con palle in lega da 124 grs; 4,6 grs con palle nikelate da 124 grs; 4,3 grs con palle nikelate da 136 grs. Ho acquistato una s&w 686 cal. 357 e ho ricaricato con 4,8 grs di polvere e palla in lega da 158 grs: colpo molto leggero, ma preciso.

  20. Da alberto on Nov 16, 2009

    Salve, non e’ da molto che ricarico, vorrei sapere perche’ da quello che leggo, per il 9×21 sembra sia preferibile la granular s grossa piuttosto che la fine! Quest’ultima non dovrebbe essere ancora piu’ dosabile e comunque con caratteristiche simili alla grossa? Grazie

  21. Da Speedy on Nov 16, 2009

    X Alberto: la Cheddite Granular S grossa è presumibilmente identica, in termini di composizione chimica, alla Granular S fine. Le due tipologie di propellente vengono probabilmente separate solo a livello di setacciatura.

    A parità di composizione chimica però, la riduzione nella dimensione dei grani determina generalmente (in mancanza di altri trattamenti ad es. superficiali) un aumento del ritmo combustivo (vedi gli articoli sulle polveri). La Granular fine è quindi più vivace della Granular grossa, prova ne è la riduzione delle dosi a parità di peso palla (vedi tabella Cheddite nella sezione download).

    A causa dell’accresciuta vivacità, il picco pressorio a limiti CIP si raggiunge con dosi inferiori e con un lavoro totale di spinta sul proiettile inferiore.

    La “fine” quindi può andare per caricamenti a bassa energia (V0 inferiori), la “grossa” ti permette invece di superare agevolmente il power factor minor (125).

  22. Da alberto on Nov 17, 2009

    Grazie Speedy, io per le cartucce che ho ricaricato fino ad ora ho usato la rex gialla e le palle 122gr tcbb della action bullet, circa 4,3 4,5 grain di polvere, e a parte un po’ di fumosita’ andavano bene… Quale delle cheddite e piu’ simile alla rex gialla? e poi ne aprofitto per chiederti un altra cosa, conosci le palle in lega ternaria della hi-q bullet siciliana? Sembra siano di buona qualita’ e di durezza superiore ad altre anche di ‘marca’ circa 30 hb, cosa ne pensi? di nuovo grazie. Alberto

  23. Da Speedy on Nov 17, 2009

    Ciao Alberto, la Cheddite Granular S grossa ha vivacità prossima a quella della Rex32 o gialla. Con la Granular S grossa, nel 9×21, con dose tra 4,2 e 4,3 grani, palla da 124 RNBB ramata ed OAL 29,3mm sei già a fattore; cartuccia che trovo precisa e con ridotti residui di sparo. Fai attenzione alla potenziale variabilità tra lotto e lotto di polvere.

    Le ogive Hi-Q Bullet hanno un rapporto qualità prezzo notevole, non ne ho mai misurato la durezza ma sono certamente da provare. Prendi le 122gr TCBB trafilate a .356″.

  24. Da alberto on Nov 19, 2009

    Ok gazie Speedy me le sono fatte spedire, quando le provero’ diro’ come mi sono trovato…cordiali saluti

  25. Da Speedy on Nov 19, 2009

    Ciao Alberto, facci sapere…

  26. Da maurizio on Jan 9, 2010

    Argomento molto interessante.
    ne volevo approfittare per chiedere qualche informazione sulla ricarica con cheddite grossa,per un 357 magnum con palle da 158 della nortwest extra ramate fpbb (tc) e inneschi cci small sia normali che magnum, in giro ho trovato poco e niente per le dosi, qualcuno puo’ aiutarmi, uso poligono,
    sono all’inizio.
    Grazie

  27. Da Speedy on Jan 9, 2010

    Ciao Maurizio, ti ho risposto in PM.

    Saluti.

  28. Da Andrea on Sep 8, 2010

    Come al solito un altro vostro bel articolo da porre come fiore all’occhiello.
    Le variazioni che avete evidenziato nelle prove a riguardo della densità di caricamento, nel mio piccolo ero riuscito a notarlo anch’io, ma un dubbio irrisolto comunque mi rimane.
    Escludendo l’argomento free bore applicato al 9×21 su una pistola da TDS, L’OAL dovrebbe essere anche in funzione di un ciclo di alimentazione regolare, ovvero potrei avere una munizione perfetta ma poi troppo lunga o corta con conseguente inceppamento. Oppure potrei ottenere un PF con una munizione corta e minor carica di lancio, o lunga e maggior dosaggio, cosa che mi è accaduta. Ambedue si alimentavano correttamente. Quindi riassumendo un buon ciclo si avrà con un valore minimo e massimo di OAL, all’interno di esso si può ottenere un abbinamento altezza/dose (inversamente proporzionale) con medesimo PF.
    Quale scegliere? Forse la giusta risposta sarà data dal migliore ES ed SD, ma questi parametri sono influenzati anche da altri componenti: lotto di polvere, inneschi, costanza del peso della palla e diametro, non ultimo il periodo che intercorre dal confezionamento al giorno del test che non dovrebbe essere mai inferiore alle 48 ore.
    Fatemi capire.
    Andrea

  29. Da Speedy on Sep 8, 2010

    Ciao Andrea, grazie per i complimenti li ricambiamo nell’osservare il dettaglio della tua domanda.

    Come correttamente affermi l’OAL deve essere scelta principalmente con l’obbiettivo di avere un perfetto ciclo di riarmo ed avere la massima compatibilità con lo spazio disponibile nel caricatore ed in camera di cartuccia. Così come sostieni, nel rispetto delle condizioni di cui sopra, è possibile cmq muoversi in un range tollerato di variazione, in questa ipotesi quale OAL scegliere ?

    Nel tiro meditato di precisione alcuni tiratori adottano la medesima tecnica delle carabine cioè riducono al minimo il free bore aumentando l’OAL: non conosco gli effettivi vantaggi di questa tecnica che inoltre non è possibile con tutte le armi. La Stock II ad esempio (arma da TDS) ha una camera di cartuccia così lunga che risulta praticamente impossibile avere free bore nullo.

    Di contro, posso dire che dalle nostre prove sul 9×21, uno degli elementi che riduce la deviazione standard sulle rilevazioni velocitarie è proprio la riduzione di OAL, così come dici vi sono altri parametri in gioco che possono influenzarla ma, certamente, la diminuzione della lunghezza della cartuccia non può che giovare al miglioramento della stabilità velocitaria. Inoltre, con la riduzione di OAL tendenzialmente si ottengono pari valori di power factor con minori dosi di propellente.

    Seppur di valore marginale, questo permette una minima riduzione dell’impulso di rinculo a cui è soggetta l’arma (per maggiori info vedi gli articoli sul rinculo).

    Inoltre, regolando l’OAL, con una distribuzione velocitaria stretta e costante scaturita da un processo di assemblaggio collaudato e ripetibile con “ingredienti” testati, è possibile ottimizzare il valor medio delle velocità per rimanere a fattore ma con margini convenientemente stretti.

    Quindi in definitiva, io preferisco ridurre l’OAL compatibilmente con l’assetto palla/polvere prescelto. Attenzione però alle pressioni, la riduzione di OAL porta ad un aumento delle pressioni di esercizio. Occhio quindi alle dosi ed ai pesi palla, se possibile (per una maggiore conoscenza delle proprie ricariche) un test in manometrica certo non guasta !

    Spero la risposta soddisfi i tuoi dubbi.

    Saluti,
    Speedy.

  30. Da Franco on Sep 24, 2010

    Bellissima polvere non sporca ed e’ ben dosabile quasi quanto la n340.
    Io mi trovo benissimo con Frontier 124 ramate TC e 4.3 gr di cheddite. Per avere lo stesso fattore con le stessa ogive devo mettere 5 gr di n340 con un colpo piu scorbutico e meno governabile.
    Provata anche con ogive 137 ed 147 ma non sono ancora riuscito a trovare la giusta dose e valori costanti.

    Sente molto l’OAL della cartuccia.

  31. Da bob on Oct 5, 2010

    X Maurizio.
    357M caricato con Granular S, palla Lead Extrusion 158gr, L cartuccia=40,1mm.
    Inneschi SP (CCI 500 / Fiocchi).
    Pistole usate:Ruger Gp100, S&W 686 entrambe con canna 6″.
    Ho fatto esperimenti partendo da 7.0gr fino a 8.5gr.
    A 8,5gr i dati di velocità sono quelli della Fiocchi Top Target.Alla fine ho caricato con disco Lee 1.09 per dosi 8.0/8.2gr.Con palla WC ramata della Lead Extrusion da 142gr utilizzo 4.2gr di Granular (disco 0.57).
    Ciao.
    PS: siccome in alcuni forum sono incappato nell’immancabile sapiente/saccente/so-tutto-io che mi metteva in guardia dal suggerire dosi robuste,per non dire pericolose, a scanso di equivoci mi preme dichiarare due cose: primo le dosi da me indicate sono frutto di reali esperienze, secondo non imitatemi!…Devo tuttavia ammettere che di queste cartucce ne ho sparate abbastanza divertendomici un sacco.

  32. Da Claudio on Nov 4, 2010

    Ho usato fino ad oggi la Cheddite Granular Grossa lotto 9143 nel 9X21 con ogive Target Bullets Gold 124 gn. OAL 29,4 in CZ Sp01 Shadow, caricate con 4,5 - 4,6 gn. Colpo buono, preciso e non stressante per l’arma.
    Ho provato la stessa polvere anche nel 45acp con ogive TB Gold 230 gn con 4,3-4,4 gn e nel 357 Magnum con ogive ramate H&N da 158 gn con 5,0 - 5,5 gn di polvere. In questi 2 casi no si tratta di colpi potenti ma precisi.
    Mi domandavo se qualcuno avesse provato questa polvere anche nel 44 Magnum con ogive Lead Extrusion ramate da 240 gn, e con quale dosaggio partire. Anche se mi rendo conto che essendo una polvere abbastanza vivace, non è adatta a cariche magnum. Grazie

  33. Da Cesare on Dec 15, 2010

    sono due anni che la uso per tiro dinamico e va benissimo

  34. Da brvincenzo on Dec 30, 2010

    ciao a tutti, volevo sapere se c’è nessuno che carica il 45 colt con la granular grSossa, io già lo faccio con risultati discreti, ma solo con l’ utilizzo di tappatto di carta e semolino a scopo riempitivo. Se qualcuno vuole darmi una dritta ben venga.

  35. Da Jody on Jan 6, 2011

    Ciao a tutti.

    Qualcuno ha dosi per il 45 acp a fattore??
    Dispongo di palle 230 TB lead Rn e 230 TB ramate, inneschi CCI 300 e bossoli Fiocchi.
    Grazie

  36. Da Paolo on Feb 21, 2011

    Ciao,
    qualcuno sa dirmi come regolare il dosatore micrometrico della Lee pro 1000 per 9×21 palla da 124 con cheddite granular S grossa (4,2 grani)?
    grazie in anticipo per la collaborazione

  37. Da enrico on Feb 22, 2011

    Salve gente,essendo appassionato western vorrei sapere se c’e’ una dose affidabile per il 45 long colt ed eventualmente quale tipo di cheddite va usata e quanti grani(con palla da 250 trafilata a 452)
    Grazie

  38. Da Emanuele on May 24, 2011

    La cheddite S Grossa va benissimo nella mia glock 17: dose 4,4grs palle fiocchi ramate 123grs OAL 29,3; bene anche nella CZ SP01 mentre la Sig 226 vuole dosi più allegre. Sulla 226 ho sparato …grs (omissis di sicurezza) cartucce bellissime, bel botto, bossoli perfetti, inneschi perfetti. Ciao.

  39. Da guglielmo on May 31, 2011

    Faccio gare di tiro dinamico sportivo da 8 anni, carico solo il 40 sw e sparo con infinity e sti edge non sono un esperto ma uso la chedide granular fina 4.9 grn con palla da 180 e 4.6 grn con palla da 200.
    Prima di partire con la dillon 650 faccio 10 15 cariche a vuoto pesandole, prima di caricare.
    Mai avuto nessun problema, poco fumo e poco sporco, ricordarsi di avere il dosatore mai sotto il terzo di riempimento e scrollare ogni tanto.
    Ogni 100 colpi faccio un controllo e la differenza e’ 0.1 grn.
    Ricordarsi che sono poco esperto, provare per credere.
    Grazie per i vostri articoli che sono una luce nel buio della mia ignoranza.

  40. Da Marco on Jun 20, 2011

    Ciao a tutti, rileggendo questo articolo utilissimo mi era sorto un dubbio: ma vuoi vedere che sono oltre le dosi consigliate???
    premetto: uso glock19, 9×21 ovviamente, palle da 124 gr RNBB, faccio tiro operativo, ho bisogno di buttar giu’ pepper grandi e di avere una discreta botta che simuli il comportamento dell arma con cartucce commerciali.
    Ho verificato un OAL di 29.3 e una carica tra 4.6 gr e 4.7 gr.
    la mia domanda. Possibile che sotto questa carica la glock non riami sempre correttamente? Possibilee che ho dovuto alzare di 0.1 gr perhe’ una PX4 non riarmava bene?

  41. Da antonio on Jul 3, 2011

    qualcuno potrebbe elencare il riferimento dei fori del dosatore della lee se si inserisce la cheddite s grossa ?
    grazie anticipatamente.

  42. Da BOB on Jul 6, 2011

    La Granular S è un’ottima polvere con un solo difetto:è poco densa.
    Per questo motivo è importante capire se ci si stia avvicinando troppo al pericoloso limite di compressione della polvere nel bossolo, che dalle tabelle di carica non sempre si può desumere.
    Il seguente semplicissimo espediente aiuta moltissimo allo scopo.
    1)Si prende un bossolo del calibro che si vuole ricaricare praticandovi un foro da 6,5mm nel fondello (la sede dell’innesco scompare); per bossoli di diametro maggiore si può anche usare una punta da 7/8 mm, in ogni caso l’importante è che la punta non sia grande tanto da fare scomparire il fondo interno del bossolo.
    2) si inserisce nel bossolo la palla con la quale si intende fare la ricarica affondandola alla quota giusta e crimpando per essere sicuri che non si sposti.
    3)Dal foro praticato si introduce la polvere fino al riempimento del bossolo, cioé finchè la polvere arrivi a toccare il fondo interno del bossolo.
    4)Dei leggeri colpetti dati al bossolo garantiranno il massimo stipaggio di polvere.
    5)Si pesa infine la polvere introdotta nella cartuccia (la generosa dimensione del foro agevolerà il riempimento, il controllo e lo svuotamento del bossolo).
    La misura della bilancia ci fornirà il limite massimo di polvere introducibile nella cartuccia per un determinato tipo di palla.

  43. Da orsobianco66 on Jul 17, 2011

    Ho provato a ricaricare dei 357 con la cheddite granular S grossa con 7 grani e mezzo con palle ramate da 158 grani e devo dire che mi sono trovato benissimo con la mia 686,mentre per le 45hp ho caricato con 5 grani sempre granular S grossa con palle ramate da 230 grani e va benone.Preferisco comunque x le 357 la n340 7,1 grani con palle ramate da 158 grani e innesci small riffle magnum,lunghezza totale 40,4/40.5 .Mentre x le 45hp meglio la n320 5 grani con palle 230 grani ramate .L’unico inconveniente e’ il prezzo le n320 e n340 costano 3 volte quello che costa la cheddite.

  44. Da cristian on Aug 26, 2011

    Salve,
    ho letto l’articolo in questione ed i commenti dei lettori, molto interessanti.

    Vorrei sapere se qualcuno hai mai fatto delle verifiche o usa Cheddite Granular S grossa nella carica del 357 wc, in particolare usate differenze particolari tra hbwc e wcbb? Le palle wcbb le crimpate sul solco di crimpaggio o le annegate interamente nel bossolo?

    per le palle hbwc io uso 3,8 grani

    grazie

  45. Da Salvatore on Sep 27, 2011

    Salve sono una Guardia giurata e mi diletto ogni tanto a fare quattro tiri al poligono ho una pro 1000 e due pistole un 34sc glock e una taurus tracker competition pro 357 magnum 4″ .
    Uso la granulare grossa x tutte due e mi trovo benissimo per la 9×21 uso palle in piombo da 124gr e disco lee da 6.1 con crimpatura 29,50 mm colpi molto precisi l’arma rimane in bersaglio …OK
    Per il 357 uso palle in piombo 158 e il disco lee da 7,6 uguale precisione e poco fumo … OK

  46. Da BOB X CRISTIAN on Oct 19, 2011

    Con palla LWC da 148gr completamente affondata nel bossolo (Lunghezza cartuccia = 32,9 mm), 4,0gr di Granular S (foro 0.53 disco Lee). Per evitare di respirare chili di piombo consiglio di usare la palla WC ramata da 140gr della Lead Extrusion (o altro produttore) con 4,2gr di Granular S (foro 0.57 disco Lee); velocità della palla 257m/s, pistola SW686-6″.
    Crimpatura decisa in ogni caso.
    Cartuccia molto precisa e piacevole da sparare (sembra una 32).

  47. Da silvanos on Nov 17, 2011

    Qualcuno mi sa dire perche nella tabella , che si può anche scaricare nella sezione download, vengono indicati dei dosaggi che sono fuori da ogni logica: es. 357 mag palla WC da 148 grs dosi Cheddite fine da 3,5 a 3,8 e OAL 32,5 mm!
    Per chi avesse provato come me la palla non esce nemmeno dalla canna della SW 686 … ho dovuto toglierla con una asta di ottone.

  48. Da BOB x Silvanos on Nov 21, 2011

    Due cose.
    1)Hai controllato il diametro della palla?
    2)La crimpatura è forte al punto giusto?
    Anche se non lo specifichi, penso ti riferisca alla Granular S e 3,8grs non sono poi così scarsi per il caricamento WC.
    Con queste palle si deve fare attenzione in quanto entrando completamente nel bossolo riducono di brutto lo spazio per la polvere che,se compressa,dà origine a sovrapressioni pericolose e la Granular S non fa eccezione,anzi.
    Ti consiglio di fare una cosa già suggerita e molto utile.
    Inserisci la palla nel bossolo 357M (a filo della bocca) e crimpala per bene, poi pratica un foro da 6/7mm nella zona dell’innesco, quindi da quel foro metti polvere fino a occupare tutta la camera interna del bossolo, ovviamente senza riempire la zona del foro (ex sede dell’innesco).
    Infine svuota il bossolo nel piatto della bilancia e pesa il contenuto.
    Potrai così verificare se corri il rischio di comprimere la polvere con la dose che vuoi usare.
    Comunque ti conviene sempre rispettare le dosi consigliate dal produttore del propellente o da esperti noti per le loro pubblicazioni.
    Prudenza e buon divertimento!

  49. Da cristian on Nov 22, 2011

    Grazie per la risposta, nel frattempo ho fatto un po’ di prove sempre con 357 e cheddite grossa che vorrei condividere con voi.

    Ho usato con soddisfazione
    3.7 g con hbwc fiocchi da 148 (piombo molto morbido)
    4.0 g con wcbb da 148
    Entrambe in piombo.

    Come dice Bob tiro molto soft ma secondo me ottimo per chi cerca precisione e aggiungerei che sporca anche poco l’arma.

    Ho provato anche
    4,3 con swc da 155 in piombo nudo
    4,5 con tc da 155 ramate

    Sempre per un tiro soft e non stancante.

    Per silvanos, io sparo abitualmente con un 686 6 pollici e con 3.8 grani ti garantisco che la palla va tranquillamente a segno a 25m.

    Buon divertimento a tutti

  50. Da silvanos on Nov 27, 2011

    Ho analizzato il problema e credo sia dovuto alla palla una RNBB da 124 grs di solito usata per 9×21. Queste palle sono trafilate a 356 cioè 2 centesimi di millimetro sono leggermente meno del 357 e alcuni le usano.
    Lo spazio che rimaneva nel bossolo del 38 sp con dosi cosi basse poi non ha aiutato.

    La scorsa settimana ho però ho provato una SWC da 158 grs bossolo del 38 sp abbastanza dentro con 3,8 grs di Cheddite Fine e la cartuccia ha funzionato molto bene, un colpo da 38 sp standard anche precisa.

    Adesso vorrei provare anche una FMJRN sempre da 158 grs che ho trovato in armeria, bossolo del 357 mag e aumentare la dose … ma quanto?

    grazie saluti

  51. Da Cristian X Silvanos on Nov 28, 2011

    Ciao,
    mi fa piacere che si sia trovato il problema, considera che la cheddite fine è una polvere piu’ vivace della grossa.
    Quindi potresti scendere ancora di piu con le dosi.

    La stessa cheddite sulla sua tabella di ricarica, riporta i seguenti valori.

    Cal.38 con palla wc da 148 2,8-3gr per la fine
    Cal.38 con palla wc da 148 3-3,2gr per la grossa

    Cal.357 con palla wc da 148gr 3,5-3,8 per la fine
    Cal.357 con palla wc da 148gr 3,8-4 per la grossa

    Ciao
    Cristian

  52. Da BOB x Silvanos on Dec 2, 2011

    Se non ho capito male stai usando bossoli 38sp in una 686.Ti sconsiglio di farlo x 2 ragioni.Primo hai una cartuccia meno precisa in quanto la palla prima di trovare il cono di forzamento del tamburo percorre 3 mm in libertà,secondo a lungo andare in quei 3 mm (differenza tra il bossolo 38sp e 357M) e con cartucce robuste si forma un anello di erosione e di accumulo che degrada il valore dell’arma e potrebbe in futuro ostacolare l’inserimento della cartuccia 357M.Per le dosi con palla ramata da 158gr ci metto 8,5gr di Granular S e ottengo le stesse velocità delle Fiocchi Top Target.Tuttavia siccome la Granular S può variare parecchio da lotto a lotto comincia con 7gr.
    Saluti.

  53. Da massimo on Dec 14, 2011

    ciao a tutti scusate ma sono un neofita nella ricarica,mi potete aiutare con il dosaggio uso
    una pro 1000 polvere cheddite fine,cci small e palla rnbb da 135gn ovviamente 9×21

  54. Da Nicola on Dec 25, 2011

    Buongiorno a tutti dopo varie peripezie sono venuto in possesso di una 686-6 plus. ho una discreta esperienza nella ricarica 9×21 e 40 s&w ma non ho mai ricaricato il 357 chiedo a voi aiuto che avete maggiore esperienza.
    i dati sono:
    palla 158 ramata fp fiocchi
    polvere cheddite S
    inneschi fiocchi.
    le tabelle di fabbrica della polvere mi sembrano povere.
    potreste anche indicarmi cortesemente tipo di crimpatura e altezza cartuccia
    vi ringrazio e spero di poter rispondere in seguito a qualche vostra domanda
    Grazie Nicola

  55. Da silvanos on Dec 28, 2011

    Per Nicola

    Ho una 686-6 nche io e l’ultima ricarica che ho effettuato con bossolo 357, palla FMJRN da 158 grs, Cheddite Granular S Fine 6,6 grs mi ha dato soddisfazione, rosata molto buona.
    E’ vero le tabelle di fabbrica prevedono solo palle WC e le dosi sono adeguate.
    Io ho provato anche le SWC da 158 grs bossolo .38 sp con 3,8 grs della stessa polvere e funziona bene ma non è troppo potente.

    Saluti

  56. Da Mac on Jan 2, 2012

    Buon Anno a tutti e complimenti per gli articoli che appaiono sul sito.
    Ho cominciato a sparare da Apr 2011 con una S&W 686 6″ .357 mg e vi elenco di seguito le combinazioni che ho trovato soddisfacenti con Cheddite Granular S Grossa (bossoli GFL, inneschi CCI500 dies RCBS crimp LEE factory):
    38 spl, WC150 gold Target Bullets 3.1 gn, crimp 3/4 giro LOA 29,20 mm
    38 spl SWC 158 gn Frontier 4,3 gn crimp 1 giro LOA 37,30
    357 mg, WCBB 154 gn Target bullet 3.8 gn crimp 1 giro LOA 32,80(con 3,9 gn i bossoli erano un po duri da estrarre)
    357 mg, WC 150 gold 3.9 gn crimp 1 giro LOA 32.60 mm
    357 mg, SWC 158 gn Frontier, 6.6 gn crimp 1 giro LOA 40,80 mm.

    Spero che possano servire a qualcuno . Ovviamente usateli con prudenza.

  57. Da anto on Mar 4, 2012

    salve a tutti devo iniziare ha ricaricare per 357 ho della cheddite s grossa con palle in piombo rnbb da 158 che dosi mi consigliate grazie

  58. Da Old Bird on Mar 12, 2012

    Da enrico on Feb 22, 2011

    Salve gente,essendo appassionato western vorrei sapere se c’e’ una dose affidabile per il 45 long colt ed eventualmente quale tipo di cheddite va usata e quanti grani(con palla da 250 trafilata a 452)
    Grazie

    Ciao Enrico
    hai risolto i tuoi problemi con la Cheddite?
    Mi interessa: ora ci sto combattendo io!

  59. Da alessio on Mar 19, 2012

    Salve a tutti, per cause di forza maggiore ho dovuto prendere la Granular S fina, anche se ho visto che per il 9×21 sarebbe più indicata la grossa.
    Vorrei qualche consiglio su chi la usa e l’ha già provata.
    Non devo fare ricariche a fattore per tiro dinamico, ma ‘morbide’ e che riarmino correttamente ( CZ 75 Shadow).
    Dalla tabella della fina per 124 RN mi da min 4,1 e max 4,4
    Per palla in piombo nudo 124 RN conviene partire da 4,1 e AOL 29,5 o si può scendere?
    Crimpatura leggera leggera?

  60. Da Angelo on Mar 20, 2012

    Salve a tutti sono un principiante nella ricarica, ho una Pardini GT9-1— 9×21 (canna da 6″) ed ho acquistato un 1kg di cheddite granula S Grossa lotto 11324 con palle 1000 palle in Piombo da 124gr della Dynamic Bullet RNBB (.356).
    Volevo chiedervi se e’ sicura una dose minima di 4.2 gr di cheddite, dato che leggendo in alcuni formu ho notato alcune persone che con tale dose lamentavano blocchi di palle nelle canne! Mentre altre che con tale dose erano gia al massimo. Mi devo preoccupare?

  61. Da Alex65 on Apr 9, 2012

    Salve a tutti. Sono tiratore in IDPA e uso regolarmente la Cheddite fine. Io uso una CZ 75b inox in 9×21 e devo dire che con questa polvere mi trovo bene, sia come precisione che come senzazioni allo sparo. Uso palle da 124 grani, in allenamento in piombo e in gara ramate. Chiaramente con queste ultime la situazione è migliore. Uso rispettivamente le seguenti dosi: 3.7 e 4.2-4.3 con O.A.L. di 29,5. Mai un malfunzionamento o inceppamento. L’unica accortezza è stare attenti al dosaggio perchè è una polvere che “sente” anche il decimo di grano co relativi innalzamenti della pressione di esercizio. Buon divertimento a tutti.

  62. Da Joe on Jun 18, 2012

    Salve a tutti sono anch’io un principiante nella ricarica, ho fatto i miei primi 40 proiettili (cal 9) tuttavia mi sono accorto che l’OAL è un po’ corto (28,8, purtroppo avevo letto male la misura con il calibro) secondo voi è pericoloso spararle (palle 124 grani piombo, 4,4 gr cheddite granular s grossa, pistola glock 17) ? I 40 proiettili pesati singolarmente hanno un peso compreso tra 191.2 e 193 grani sono indeciso se buttarli o meno (non ho un martello cinetico)…grazie a chiunque mi riesca a rispondere ciao!

  63. Da silvanos on Jun 23, 2012

    Salve a tutti,
    sono tornato per una questione riguardante cariche ridotte per ex ordinanza. Vi sono in giro diverse ricette per ricariche del 308 e del 7,62×54 ma anche del 7,5×55 swisse e paracchi indicano la Rex Verde come adatta con vari dosaggi intorno ai 10-12 grs e palle leggere nell’ordine dei 100/110 grs. Adesso questa polvere non si trova più e mi chiedevo se qualcuno ha provato o sa qualcosa per la Granular S Fine o Grossa.

    Grazie

    Saluti

    Silvanos

  64. Da Mauro on Jul 4, 2012

    salve a tutti aiuto devo iniziare ha ricaricare la carabina winchester 84 in 357 M ho comprato cheddite granula S Grossa che uso per pistola 9×21 spero che si possa usare anche per la carabina con palle ramate da 158 che dosi mi consigliate grazie

  65. Da Anonymous on Jul 11, 2012

    Con la mia S&W 686-6 uso una palla FMJRN da 158 grs, Cheddite Granular S Fine 6,6, per la grossa potresti metterne qualche decimo di grano in più.
    Sono colpi tranquilli ma precisi, non otterrai mai cartucce magnum con queste polveri.

    Ciao

  66. Da Mauro on Aug 2, 2012

    Salve a tutti.
    Argomento trito e ritrito ed ognuno ha il suo caso. Il mio è questo:

    quanta polvere Cheddite Granular S grossa per palle Ramate .357 Tronco Coniche 158gn e OAL 40.2?

    Grazie a tutti.
    Mauro

  67. Da giorgio on Nov 30, 2012

    Tutte cariche sperimentate più volte con buoni se non ottimi risultati:
    38 spl 4 grani palla 158
    357 mag 4,7 palla 158
    41 mag 7 grani palla 210
    44spl 5,5 grani palla240
    44mag da 6,5 a 7,5 grani palla 240
    45 lc 6,5 grani palla da 200
    45/70 15 grani palla da 340 borraggio cotone
    30/30 10,2 grani palla 170 gas check
    tutte le palla autofuse con pb recuperato al tsn
    ovviamente sono cariche precise ma assolutamente non potenti e sperimentate solo per revolver (non amo le semiauto)

  68. Da giorgio on Nov 30, 2012

    Scusate ho dimenticato di precisare cheddite granular grossa inneschi magnum

  69. Da Turi on Dec 29, 2012

    Salve a tutti, da neofita inesperto, chiedo se usando cheddite s fine,palla in lega piombo da 240 gr, 7 gr di polvere e OAL 40,8 vado bene con SW 44magnum 6″ 29-3. Ringrazio anticipatamente ogni qualificata risposta.

  70. Da giorgio on Dec 31, 2012

    Personalmente come ho già scritto uso granular grossa da 6,5 a 7,5 con palla da 240 grani autofusa e grassata con alox in una sw 29 canna da 3 pollici; le palle non sono trafilate e oal non mi interessa; i risultati sono rosate che tengono l’8 a 25 m.che per un tre pollici direi sono ottimi e la deviazione standard minima;qualche piccola impiombatura probabilmente dovuta alla mancata trafilatura,ma tutto facilmente risolvibile con olio di gomito.

  71. Da achilli on Jul 25, 2013

    avevo scritto nel 2008 che non mi convinceva perche la tabella ricarica dava delle tolleranze di2 decimi di grano
    ora sono anni che uso sia la fine che la grossa
    e vanno benissimo

  72. Da stefano on Nov 20, 2013

    salve, da poco ho iniziato a ricaricare x 357mg bossolo fiocchi, palla fiocchi ramata da 158grn, 40mm,crimpatura media,vit n340 6.6grn x poligono che ne pensate?, poi stò x acquistare la bul m5 governament in .40sw mi consigliate x favore qualche caricamento con n340 o anche cheddite, palla, ecc ecc? mille grazie.

  73. Da toroloco54 on Nov 25, 2013

    salve a tutti
    finalmente un blog che mi ha dato ottime
    indicazioni su l’uso della cheddite s

    grazie a tutti

Inserisci un Commento